Il 2021: un anno fantastico per gli animali!

Quello appena passato è stato un anno di importanti passi in avanti per gli animali. Sono tante le novità legislative che disegnano un nuovo rapporto. In questo articolo abbiamo elencato le principali.
Halfpoint / iStock
Redazione

Redazione

Articolo inserito dalla nostra redazione.
Condividi

Sostieni il nostro lavoro

Con una donazione anche piccola puoi contribuire a cambiare il futuro degli animali.

Le donazioni ad ALI danno diritto ai benefici fiscali previsti per legge.

Newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana i nostri aggiornamenti via email.

Cliccando su "ISCRIVIMI" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per l'invio dell'email settimanale. Potrai cancellarti in qualsiasi momento. Leggi l'informativa.

In Italia

Sarà presto la crudele pratica della soppressione dei pulcini maschi. Il Parlamento ha infatti approvato una norma che vieterà la triturazione dei pulcini maschi, comune nell’industria delle uova, che andrà sostituita attraverso metodi di sessaggio “in ovo”.

Il 31 dicembre 2021 è finita l’era degli allevamenti di animali da pelliccia in Italia: dal 2022 infatti questa pratica è stata vietata. Gli ultimi allevamenti che hanno ancora animali dovranno cederli alle associazioni entro giugno.

In Europa:

La Commissione Europea ha dato una risposta positiva all’iniziativa dei cittadini europei “End the Cage Age”: le gabbie negli allevamenti europei potrebbero presto essere consegnate alla storia! Adesso il nostro impegno è quello di contrastare le pressioni dell’industria che spingono a posticipare questo risultato.

Il 15 settembre il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che chiede alla Commissione Europea di fissare un piano di azione a livello europeo per porre attivamente fine all’uso di animali negli esperimenti. Questo piano dovrebbe includere traguardi e obiettivi per incentivare progressi verso la sostituzione dell’uso degli animali con metodi alternativi e human-based.

In Francia una nuova legge ha portato ad enormi passi in avanti per il benessere animale. Si tratta di un importante esempio che certamente non tarderà a ispirare cambiamenti in altri Paesi europei e non solo.

La macellazione senza stordimento è stata dichiarata illegale in Grecia, dopo che a dicembre 2020 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea aveva sancito la compatibilità rispetto al diritto comunitario di una normativa nazionale che impone lo stordimento previo reversibile. Nel 2022 ci occuperemo di questo tema e abbiamo rilasciato un’anteprima a dicembre.

La Spagna ha modificato il codice civile: gli animali sono oggi considerati esseri senzienti, unendosi ad altri Paesi in Europa che avevano già compiuto questo importante passo. Una richiesta che anche noi abbiamo avanzato sin dal 2017 e che nel 2022 porteremo avanti. Sempre la Spagna ha reso obbligatorie le telecamere nei macelli. La misura consentirà di facilitare il compito dei veterinari ufficiali chiamati a verificare il rispetto delle norme di legge.

Nel resto del mondo

Il governo britannico sta per approntare nuove norme che vietano l’esportazione di animali vivi per ingrasso o macellazione. Molluschi e crostacei saranno considerati “esseri senzienti” dopo che un parere della London School of Economics aveva rivisto oltre 300 studi scientifici, raggiungendo una conclusione univoca al riguardo.

La Cina ha vietato i test su animali su gran parte dei cosmetici importati.

Hong Kong ha vietato l’importazione di avorio.

Quali prospettive per il 2022?

L’anno appena iniziato porteremo avanti le campagne e iniziative per cambiare le leggi. In Italia è in dirittura d’arrivo la riforma dell’art. 9 della Costituzione, che includerà una tutela esplicita per gli animali.

Siamo quindi certi che nel 2022 avremo ancora più risultati positivi! Passo dopo passo, grazie al contributo di persone come te che sostengono il nostro impegno, stiamo ridisegnando il rapporto con le altre specie.

Vuoi aiutarci? Considera la possibilità di richiedere la tua tessera sostenitore o fare una donazione mensile o una tantum.

Non perderti i nostri aggiornamenti!

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti direttamente via email: comodo, no?

Dona il tuo 5x1000 ad ALI

Insieme possiamo cambiare il futuro degli animali