#LiberiDalleCatene anche in Piemonte!

Chiediamo al Presidente Cirio di seguire l'esempio delle regioni virtuose, adottando un divieto chiaro, senza deroghe né eccezioni.

Dopo la vittoria in Campania e il cambio di rotta nel Lazio, arriva in Piemonte la campagna #LiberiDalleCatene che portiamo avanti insieme a Green Impact e Save the Dogs.

Da oggi rivolgiamo la nostra attenzione al Piemonte, regione nella quale è tuttora consentito tenere un cane a catena, senza limiti, persino per tutta la sua vita. Una legge che risulta quindi obsoleta e inefficace per la prevenzione di un fenomeno considerato inaccettabile dalla collettività.

Per questo abbiamo scritto una lettera al Presidente Cirio, chiedendo di seguire l’esempio delle altre regioni più virtuose1Lazio, Campania, Umbria e Marche, seguite da Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Puglia e Abruzzo, che hanno adottato delle normative formulate in modo chiaro, che consentono una rapida attuazione e un’efficace vigilanza sulla loro applicazione, senza deroghe né eccezioni.

Chiediamo a tutti i nostri sostenitori di supportare la richiesta, inviando una email attraverso il modulo automatico presente sul sito di Save the Dogs e condividendo il link con i propri contatti.

Per approfondire

Questa campagna è nata sulla scia del Rapporto “Verso il divieto di tenere i cani alla catena”, pubblicato a marzo da Green Impact e Save theDogs.

  • 1
    Lazio, Campania, Umbria e Marche, seguite da Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Puglia e Abruzzo

Aiutaci a costruire il mondo in cui le esigenze, gli interessi e la dignità degli altri animali saranno presi in considerazione e tutelati dalla legge.

LEGGI ANCHE

La sofferenza dei conigli allevati in gabbia per la carne

La coalizione italiana a sostegno dell'abolizione delle gabbie negli allevamenti diffonde oggi una nuova investigazione realizzata in sette allevamenti italiani di conigli da carne...

Stop pellicce in Europa: un obiettivo sempre più credibile

Lanciata oggi una nuova Iniziativa dei Cittadini Europei che chiede di mettere al bando in via definitiva produzione e commercializzazione di pellicce in tutta l'Unione Europea.

Le nostre attività di ricerca presentate a Helsinki e Porto

Siamo lieti di informare che Animal Law Italia sarà alla conferenza "Theory of Animal Law" che si svolgerà il 17 e 18 giugno presso...

Pubblicata la nostra ricerca sulla macellazione rituale

Diffondiamo oggi un ampio dossier multidisciplinare destinato a far conoscere la problematica poco nota della macellazione rituale senza stordimento. Si tratta del più ampio...

Il nostro 2022: un anno di grandi passi in avanti!

Tanti i nuovi progetti avviati, in un'ottica di lavoro interdisciplinare e collaborazione strategica con partner italiani ed europei.

Resta aggiornato!

Ricevi via email i principali aggiornamenti sul nostro lavoro e tutti i più importanti progressi dei diritti animali in Italia e nel mondo.

Rispettiamo la tua privacy e proteggiamo i tuoi dati personali. Leggi l'informativa.