fbpx

Partecipa a questa consultazione europea!

KatarzynaBialasiewicz / iStock
Daria Vitale

Daria Vitale

Responsabile animali allevati.
Condividi

Vogliamo condividere con voi l’opportunità unica di partecipare al processo attualmente in corso di revisione della legislazione europea a tutela del benessere animale. La Commissione Europea ha infatti promosso una consultazione pubblica attraverso la quale ogni cittadino può esprimere la propria opinione e mettersi in prima linea per il miglioramento della condizione di vita di milioni di animali.

Per prendere parte a questo importante momento di partecipazione democratica ti basteranno 10 minuti. Potrai partecipare entro la mezzanotte del 21 gennaio 2022.

Il nostro tutorial

Per aiutarti nella compilazione del questionario ho preparato una semplicissima video-guida.

Un’occasione imperdibile!

I risultati della consultazione consentiranno di plasmare le future politiche dell’Unione Europea, che impattano ogni anno su centinaia di milioni di animali.

Questi i temi della consultazione: il trasporto di animali vivi, il divieto di utilizzo delle gabbie, l’introduzione di requisiti specifici per la tutela di alcune specie animali, l’introduzione di un’etichetta che fornisca informazioni sulla tutela del benessere animale ma anche le pratiche di mutilazione utilizzate negli allevamenti intensivi, la tutela degli animali più vulnerabili e gli standard di benessere animale garantiti dai paesi non appartenenti all’Unione europea da cui importiamo prodotti alimentari.

Come puoi vedere, vengono toccati in un’unica occasione tanti temi oggetto di nostre campagne. Abbiamo finalmente la possibilità di incidere profondamente sul processo decisionale e proprio per questo è arrivato il momento di far sentire la voce degli animali, per chiedere che le decisioni che riguardano lo sviluppo della futura legislazione europea siano equa e che l’intero processo si svolga in modo rapido, completo ed efficace.

Dopo che avrai partecipato, ti invito a invitare i tuoi amici e i tuoi parenti a fare lo stesso, condividendo questo articolo!

Altre notizie