Vittoria: la Commissione Europea si impegna a vietare le gabbie negli allevamenti!

Entro il 2027 saranno presentate le proposte normative per il superamento di questo metodo di allevamento crudele.

In una giornata storica per il progresso dei diritti animali, la Commissione Europea ha deciso di accogliere le richieste dell’iniziativa dei cittadini europei (ICE) End The Cage Age, impegnandosi a presentare entro il 2027 una proposta legislativa per l’abolizione delle gabbie negli allevamenti dell’Unione Europea!

La Commissaria europea per la salute Stella Kyriakides e la Vicepresidente della Commissione Věra Jourová lo hanno annunciato durante una conferenza stampa sulla risposta della Commissione all’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) “End the Cage Age” (Basta Animali in Gabbia). L’ICE, che è la prima iniziativa di successo per gli animali d’allevamento, è stata firmata da ben 1,4 milioni di cittadini europei.

Ogni anno, oltre 300 milioni di galline, scrofe, vitelli, conigli, anatre, oche e altri animali vengono allevati nei paesi dell’UE.

Attraverso la sua comunicazione ufficiale, la Commissione ha annunciato che intende «presentare una proposta legislativa entro la fine del 2023 per eliminare gradualmente e vietare definitivamente l’uso delle gabbie per tutte le specie e categorie di animali menzionate nell’iniziativa», come parte della revisione già programmata delle normative sul benessere animale nell’ambito della strategia “Dal produttore al Consumatore” (Farm To Fork).

La proposta verrà formulata sulla base di pareri resi dall’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), nonché in base ai risultati di una valutazione dell’impatto e una consultazione pubblica.

In relazione ai prodotti importati da paesi extra UE, la Commissione si impegna a studiare «l’introduzione di regole o standard per i prodotti importati che siano equivalenti a quelli dell’UE». Anche questo impegno rappresenta un nodo fondamentale, che potrebbe di fatto estendere gli standard europei a Paesi terzi.

Entro la fine del prossimo anno, la Commissione valuterà i dettagli della proposta legislativa che sarà presentata nel 2023 e che avrà bisogno dell’approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio dell’UE (composto dai ministri di ciascuno degli Stati membri competenti per la materia), con l’obiettivo di far entrare in vigore le nuove norme entro il 2027, come richiesto dal Parlamento europeo il 10 giugno.


End The Cage Age

L’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) End the Cage Age è stata lanciata l’11 settembre 2018 e si è chiusa esattamente un anno dopo, avendo ottenuto oltre 1,6 milioni di firme. Dopo il periodo di convalida delle firme, l’ICE ha superato facilmente la soglia richiesta di 1 milione di firme, con un totale di 1.397.113 firme validate in tutta Europa. Ha anche superato la soglia minima di firme in 18 stati membri dell’UE, sui sette richiesti. Questo rende l’ICE End the Cage Age:

– la sesta ICE ad avere successo tra le 75 iniziative registrate negli ultimi dieci anni,

– la terza con il più alto numero di firme,

– la prima ICE di successo sul benessere degli animali d’allevamento.

Questa giornata storica è il frutto del lavoro di una coalizione di 170 ONG di tutta Europa di cui 21 italiane.

Aiutaci a costruire il mondo in cui le esigenze, gli interessi e la dignità degli altri animali saranno presi in considerazione e tutelati dalla legge.

LEGGI ANCHE

Pubblicata la nostra ricerca sulla macellazione rituale

Diffondiamo oggi un ampio dossier multidisciplinare destinato a far conoscere la problematica poco nota della macellazione rituale senza stordimento. Si tratta del più ampio...

I maiali potranno essere registrati come animali da compagnia!

A inizio mese è stata resa finalmente disponibile la possibilità di censire in anagrafe zootecnica suini o cinghiali non destinati alla produzione di alimenti....

Non è un pesce d’aprile! Il “benessere animale” è in serio pericolo

Un vero inganno: questa la denuncia portata avanti da una coalizione di 14 associazioni contro il decreto interministeriale prossimo all’approvazione con il quale verrà...

Attiviamoci contro le #BugieInEtichetta!

Insieme ad altre 13 ONG abbiamo lanciato lo scorso ottobre una campagna per chiedere la modifica della bozza di decreto ministeriale predisposta per l’introduzione...

Le nostre attività di ricerca presentate a Helsinki e Porto

Siamo lieti di informare che Animal Law Italia sarà alla conferenza "Theory of Animal Law" che si svolgerà il 17 e 18 giugno presso l'Università di Helsinki, con due relazioni rispettivamente a cura di Annalisa di Mauro e Daria Vitale. La dott.ssa Di Mauro, nostra...

Resta aggiornato!

Ricevi via email i principali aggiornamenti sul nostro lavoro e tutti i più importanti progressi dei diritti animali in Italia e nel mondo.

Rispettiamo la tua privacy e proteggiamo i tuoi dati personali. Leggi l'informativa.