L’Inghilterra regola le compravendite di cuccioli

L’Inghilterra disciplina in senso restrittivo le compravendite di cuccioli di cane e gatto: da adesso in poi, chiunque voglia prendere con sé un animale deve adottarlo da un rifugio, oppure rivolgersi direttamente ad un allevatore registrato, essendo stata vietata la vendita attraverso negozi di animali.

Gli allevatori senza licenza verranno sanzionati e potranno rischiare fino a sei mesi di galera. Inoltre, al fine di impedire di raggirare la legge, gli allevatori dovranno mostrare che i cuccioli interagiscono con le loro madri nel posto in cui sono nati. Aumentata anche l’età minima per la compravendita, che è stata fissata a sei mesi di vita.

Il legislatore è intervenuto per porre fine alla terribile piaga delle puppy farms, allevamenti spesso non in regola dove grandi quantità di cani e gatti vedono la luce in pessime condizioni di salute, per essere poi ceduti a poche settimane di vita a venditori senza scrupoli. Il risultato è stato raggiunto grazie all’impegno decennale di una coalizione di associazioni per i diritti animali, che avevano lanciato una campagna informativa che aveva raccolto numerosi consensi.

La legge, in verità un emendamento al “The Animal Welfare (Licensing of Activities Involving Animals) (England) Regulations 2018” è entrata in vigore il 6 di aprile ed è stata soprannominata “Lucy’s Law”, in onore di un cucciolo di spaniel utilizzato come fattrice in un allevamento del Galles meridionale. Lucy alla fine venne fortunatamente salvata e adottata. La sua storia aveva commosso milioni di persone e ha ispirato questo importante cambiamento legislativo! Purtroppo la nuova legge non entrerà in vigore anche in Galles, in quanto le competenze sul benessere animale sono state trasferite dal parlamento di Westminster all’assemblea legislativa locale.

Aiutaci a costruire il mondo in cui le esigenze, gli interessi e la dignità degli altri animali saranno presi in considerazione e tutelati dalla legge.

LEGGI ANCHE

Theory of Animal Law Conference 2022

Un’occasione preziosa di dibattito e approfondimento, per unire le forze verso l’avanzamento della tutela legale degli animali in Europa e nel mondo.

Il nostro 2022: un anno di grandi passi in avanti!

Tanti i nuovi progetti avviati, in un'ottica di lavoro interdisciplinare e collaborazione strategica con partner italiani ed europei.

La sofferenza dei conigli allevati in gabbia per la carne

La coalizione italiana a sostegno dell'abolizione delle gabbie negli allevamenti diffonde oggi una nuova investigazione realizzata in sette allevamenti italiani di conigli da carne...

Stop pellicce in Europa: un obiettivo sempre più credibile

Lanciata oggi una nuova Iniziativa dei Cittadini Europei che chiede di mettere al bando in via definitiva produzione e commercializzazione di pellicce in tutta l'Unione Europea.

A Roma per chiedere un Commissario europeo per il Benessere Animale

Martedì 28 giugno alle ore 10:00 si terrà a Roma presso la Sala delle Bandiere dell’Ufficio di Rappresentanza del Parlamento Europeo in Italia l’evento “Il benessere animale nelle politiche europee e italiane: le sfide future e la necessità di un Commissario europeo dedicato”, promosso da...

Resta aggiornato!

Ricevi via email i principali aggiornamenti sul nostro lavoro e tutti i più importanti progressi dei diritti animali in Italia e nel mondo.

Rispettiamo la tua privacy e proteggiamo i tuoi dati personali. Leggi l'informativa.