fbpx

In viaggio con fido: una guida sicura per partire con il tuo amico a 4 zampe

Wavebreakmedia / iStock

La migliore fase in cui insegnare al proprio cane a tollerare i viaggi senza stress è il periodo sensibile della crescita, cioè le prime settimane di vita.

Alcuni allevatori tengono particolarmente a questo aspetto e, non appena il cucciolo può essere momentaneamente separato dalla mamma, ne approfittano per fargli sperimentare brevi tratte di viaggio anche prima di farlo arrivare in famiglia. Successivamente sarà compito del proprietario.

Le fasi sensibili della crescita del cucciolo, quelle in cui possiamo definirlo una “spugna” per la facilità con cui apprende e socializza con tutto ciò che lo circonda, vanno dalla 1^ alla 16^ settimana di vita. Il proprietario se ne occuperà circa dall’ 8^ settimana in poi (indicativamente dai 60 giorni), cioè nelle fasi di socializzazione con le persone, gli altri animali e l’ambiente.

Per questo motivo, già dal primo momento in cui il cucciolo entrerà nella propria casa, sarà consigliabile farlo abituare al trasporto, per permettergli di socializzare con facilità con i nuovi odori, rumori e movimenti a esso connessi. 

Quale trasportino usare? Come aiutare il cane ad abituarsi a entrarci e a stare lì anche per lunghe tratte? Come usare museruola e guinzaglio durante il viaggio? Troverai le risposte a queste e altre domande nella guida.

Scarica la nostra guida!

Lascia la tua email qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter e ricevere la guida su viaggi, staffette e adozioni consapevoli.

Condividi questo post con i tuoi amici