Sentenze

Calendari venatori e proposte refendarie

Nelle settimane appena trascorse si sono tenute le udienze camerali che avrebbero dovuto confermare o meno la sospensione della pre-apertura della caccia in molte regioni italiane. I Tar sospendono i provvedimenti impugnati e conducono i provvedimenti regionali entro i limiti fissati da Ispra.

Sospensione dell’attività venatoria in alcune Regioni

La regolamentazione degli aspetti venatori e gli interventi del Tar per ricondurre l'apertura della caccia entro i limiti indicati da ISPRA.

Dall’allevamento alla libertà: contorni giuridici

Sono stati affidati alle Associazioni sia gli animali adulti presenti nell’allevamento sia i vitellini nati nelle more del procedimento per maltrattamento e detenzione di animali in condizioni incompatibili.

Danni cagionati dal cavallo in maneggio

Commento ad una recente sentenza in materia di responsabilità da danno cagionato da animali.

Zooerastia: è reato, lo conferma una recente sentenza

Rapporti sessuali con animali? Si tratta di reato. Un commento ad un recente sentenza emessa dal Tribunale di Bergamo.

Il veterinario risarcisce il danno da perdita del cucciolo

Con sentenza n. 660 del 31/12/2020, il Tribunale della Spezia accoglie (parzialmente) il riconoscimento del danno non patrimoniale per perdita del cucciolo di cane.

Cari ragazzi, parto per le vacanze! Pensate voi ai gatti?

L'abbandono non va individuato nella sola precisa volontà di abbandonare l'animale, ma nell'intento più generale di non prendersene più cura nella consapevolezza dell'incapacità dell'animale di provvedere autonomamente a se stesso.

La particolare tenuità del fatto e i reati contro gli animali

La crudeltà quale elemento idoneo a escludere l'applicazione della particolare tenuità del fatto nell'ambito dei reati commessi nei confronti degli animali.

Il cane “randagino” ritrovato vagante, tenerlo è reato?

I Giudici del "Palazzaccio" danno rilevanza alla mancanza di identità del cane poiché privo di segni di riconoscimento.

La Cassazione richiama al rispetto del benessere animale, eppure…

Condannato il cacciatore che non spara il colpo di grazia: la morte va inflitta nel modo più rapido possibile, per evitare inutili sofferenze.