Oltre 110.000 italiani chiedono la fine delle gabbie negli allevamenti

È stata chiusa la raccolta di firme della coalizione End The Cage Age. Ma il nostro impegno non finisce qui.
Essere Animali
Redazione

Redazione

Articolo inserito dalla nostra redazione.
Condividi

Sostieni il nostro lavoro

Con una donazione anche piccola puoi contribuire a cambiare il futuro degli animali.

Le donazioni ad ALI danno diritto ai benefici fiscali previsti per legge.

Newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana i nostri aggiornamenti via email.

Cliccando su "ISCRIVIMI" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per l'invio dell'email settimanale. Potrai cancellarti in qualsiasi momento. Leggi l'informativa.

Nel marzo 2022 avevamo lanciato insieme alla coalizione italiana End the Cage Age, di cui facciamo parte, un appello al Governo italiano per chiedere di sostenere in Europa il divieto dell’utilizzo delle gabbie per scrofe, vitelli, conigli, galline e quaglie. Oggi annunciamo la chiusura dell’appello, che ha raccolto la cifra record di oltre 110.000 firme! Desideriamo ringraziare di cuore tutti i nostri sostenitori per aver contribuito al raggiungimento di questo importante risultato.

Queste firme hanno un impatto enorme nel procedimento di revisione legislativa a livello europeo, che è attualmente in fase avanzata. La Commissione europea si è infatti impegnata a presentare entro settembre una proposta di modifica della normativa europea, che porterà all’eliminazione di questa pratica, come anche indicato dall’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) in una serie di pareri rilasciati negli ultimi mesi. Tuttavia, il supporto degli Stati membri sarà fondamentale nel processo di adozione della nuova normativa.

Il ruolo dell’Italia è cruciale nella dinamica europea affinché questa proposta possa ricevere il sostegno necessario e portare alla rapida adozione di una normativa.

Cosa accade adesso?

Nelle prossime settimane consegneremo le firme al nostro Governo e cercheremo di avviare un dialogo con le istituzioni nazionali, affinché la voce degli oltre 110.000 cittadini sia ascoltata.

Il nostro appello non si limita al sostegno della richiesta europea, ma chiede anche iniziative concrete dell’Italia per anticipare l’eliminazione delle gabbie, primo passo per una transizione verso un allevamento realmente rispettoso del benessere animale.

Per non perdere gli aggiornamenti su questa campagna, seguici sui social e iscriviti alla newsletter utilizzando il modulo in basso.

Non perderti i nostri aggiornamenti!

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti direttamente via email: comodo, no?

Dona il tuo 5x1000 ad ALI

Insieme possiamo cambiare il futuro degli animali